i monaci e le monache

La comunità monastica al-Khalil di Deir Mar Musa è una comunità di rito siro-cattolico composta da monaci e monache provenienti da diverse Chiese e paesi.

 

P. Paolo Dall'Oglio, gesuita romano, è il fondatore e ispiratore della comunità monastica al-Khalil di Deir Mar Musa. Il 29 luglio 2013 è stato rapito a Raqqa e da allora non si ha di lui alcuna notizia.

P. Jacques Mourad, siriano, originario della Chiesa siro-cattolica, è co-fondatore della comunità monastica di Deir Mar Musa insieme a padre Paolo Dall’Oglio nel 1991. Inizia il suo percorso nel monastero di Mar Musa nel 1986 mentre è ancora seminarista. Completati i suoi studi in liturgia, nel 1993 è ordinato sacerdote. A partire dal 2000, per vent'anni è parroco della piccola comunità siro-cattolica nella cittadina di al-Qaryatayn e responsabile del monastero di Mar Elian. Il 21 maggio 2015 viene rapito dall'Isis e rimane prigioniero per cinque mesi. Riuscito a fuggire, ora risiede stabilmente a Deir Mar Musa. Nel libro "Un monaco in ostaggio. La lotta per la pace di un prigioniero dei jihadisti" (Edizione Effatà, 2019) racconta l'esperienza della sua prigionia. Attualmente è vice superiore ed economo della comunità monastica.

Sr. Houda Fadoul, siriana, è originaria della Chiesa greco-cattolica. Laureata in ingegneria agraria, dopo aver lavorato per 6 anni in una fabbrica di pesticidi, entra a far parte della comunità di Deir Mar Musa nel 1993. Studia filosofia e teologia alla Pontificia Università Gregoriana a Roma, dove consegue la licenza in Spiritualità. Da quando p. Paolo ha lasciato la Siria, è stata a capo della comunità per 10 anni. Ora risiede stabilmente a Deir Mar Musa.

P. Jens Petzold, svizzero tedesco, dopo diverse esperienze lavorative nel commercio e alle poste, intraprende un lungo viaggio in oriente. Si ferma al monastero di Mar Musa e nel 1996 entra a far parte della comunità monastica, dopo aver ricevuto qui il battesimo. Studia teologia alla Pontificia Università Gregoriana di Roma e nel 2012 viene ordinato sacerdote nella Chiesa caldea in Iraq. Da allora è il responsabile del monastero di Maryam al-Adhra a Sulaymaniyya, nel Kurdistan iracheno, dove tra il 2014 e il 2017 accoglie diversi sfollati fuggiti dall'Isis dalla regione di Ninive.

P. Jihad Youssef, è siriano e originario della Chiesa maronita. Mentre lavora come contadino, si laurea in scienze motorie. È accolto nella comunità di Deir Mar Musa nel 1999. Diviene biblista conseguendo la licenza in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico a Roma ed è ora dottorando in Teologia Biblica presso la Pontificia Università Gregoriana. Nel 2008 è ordinato sacerdote. Nel suo diario "Abbiamo fame e nostalgia di Eucaristia" (Edizione Àncora, 2018) racconta la sua esperienza tra i profughi cristiani dell'Iraq in Turchia. Dal maggio 2021 è superiore della comunità di Deir Mar Musa, dove risiede stabilmente.

Sr. Deema Fayyad, è siriana e originaria della Chiesa greco-ortodossa. Laureata in letteratura inglese all'università di Homs, dopo un'esperienza lavorativa al monastero di Mar Musa, si unisce alla comunità nel 2003. Ottenuta la licenza in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma, inizia la sua ricerca in vista del dottorato in Teologia Dogmatica. Vive a San Salvatore a Cori.

Fr. Youssef al-Halabi, siriano di Maalula (città dove ancor oggi si parla l'aramaico, la lingua di Gesù) è originario della Chiesa greco-cattolica ed entra nella comunità di Deir Mar Musa nel 2005. Dopo aver lavorato nell'agricoltura, si specializza anche in diverse attività di artigianato, come la manifattura delle candele. Risiede stabilmente a Deir Mar Musa.

Sr. Carol Cooke-Eid, libanese e tedesca, originaria della Chiesa maronita, entra nella comunità di Deir Mar Musa nel 2010. Di formazione giurista e psicologa, si specializza in islamistica a Roma presso il Pontificio Istituto di Studi Arabi e d’Islamistica - PISAI, dove attualmente sta svolgendo il dottorato di ricerca. Vive nel monastero di San Salvatore a Cori (Latina) e ne è la responsabile.

Sr. Friederike Graef, tedesca e originaria della Chiesa luterana, si unisce alla comunità di Deir Mar Musa nel 2010. Ha studiato etnologia e fisica e lavorato come fisioterapista, trauma terapista ed attrice di mimo. Oggi studia teologia a Roma presso la Pontificia Università Gregoriana. Risiede a Deir Maryam al-Adhra in Iraq.